Tosca X

Teatro Nuovo – venerdì 6 novembre ore 20.45

Artemisdanza

Tosca X

coreografia, regia, luci, scene e costumi Monica Casadei

musica Giacomo Puccini – elaborazione musicale Luca Vianini – assistente alle coreografie Camilla Negri

coproduz Lugo Opera Festival, Festival La Versiliana in collab con Teatro Comunale Bologna, AMAT & Teatro dell’Aquila/Comune di Fermo

con il contributo di Regione Emilia Romagna Assessorato alla Cultura, Provincia di Parma

Con ToscaX Monica Casadei inaugura il suo progetto pucciniano interpretando la celeberrima opera lirica con segno impetuoso ed empatia intellettuale e prosegue il percorso di indagine che da diverse stagioni la appassiona: la relazione tra il gesto coreografico e la parola drammaturgica, foriera di una cifra stilistica in sé già eloquente. Un nesso, quello tra fisicità e drammaturgia, particolarmente evidente nell’opera più drammatica di Giacomo Puccini, che concentra le tensioni e le sfide tra opposti nel secondo atto, il più ricco di colpi di scena, capaci ancora di tenere lo spettatore in costante apprensione. Un atto anche musicalmente di grande interesse, paragonato all’estetica dell’espressionismo tedesco. Sono le accentazioni del secondo atto ad interessare la coreografa per il côté musicale quanto per il fiume di dramma e sadismo che ne scaturisce. L’elaborazione della partitura originale con l’inserimento di tracce contemporanee e soprattutto con la reiterazione di parole significanti del libretto origina una vera e propria drammaturgia musicale su cui si impongono con forza i protagonisti, Tosca, Scarpia, che per la prima volta in Monica Casadei sono identificati come personaggi riconoscibili. Dominante la figura del barone Scarpia, così crudelmente giganteggiante. All’inerme cantante, che con la sua lirica romanza “Vissi d’arte” piange la propria vulnerabilità, sono invece riservate dal compositore le sue famose melodie: intime, malinconiche, struggenti. In questo contrasto di personalità, si rintraccia l’intuizione artistica della Tosca coreografica per Artemis Danza, creativamente radicata e artisticamente sviluppata sul contrasto tra estremi. In un’accesa espressività degli interpreti, è il pathos più estremo a dominare la scena. Coreografie energiche e fulminee, toniche e nervose corrispondono all’azione drammatica concitata e al ritmo musicale impetuoso, quasi da inseguimento, se non addirittura da thriller, della pièce. La contrapposizione è con assoli rarefatti e delicati, puri e sensibili, per corpi fragili e indifesi dai quali scaturisce una danza dell’anima che ha invece il vuoto come metafora e la disarmata Tosca a resistere nel mezzo. La scrittura coreografica è stavolta concepita e realizzata ad personam, sulle caratteristiche fisiche e le individualità artistiche dei singoli danzatori.

Nel triennio 2015-17 la Compagnia Artemis Danza collabora con i Centri Antiviolenza d’Italia per la sensibilizzazione del pubblico sul tema della violenza sulle donne (Body of evidence).


Sto caricando la mappa ....

Data / Ora
Date(s) - 06/11/2015
20:45

Luogo
Fondazione Teatro Nuovo Torino

Categorie